Quanto rende la cultura? La classifica dei Comuni italiani

on 26 Gennaio 2015
Quanto rende la cultura? La classifica dei Comuni italiani

 I grandi Comuni italiani sembrano incassare poco dalla cultura. Solo due città guadagnano più di €10 a cittadino: Padova e Verona. Da bilancio, 8 delle 15 città prese in considerazione...

CHARLIE HEBDO: IL MISTERIOSO 'SUICIDIO' DI HELRIC FREDOU

on 22 Gennaio 2015
CHARLIE HEBDO: IL MISTERIOSO 'SUICIDIO' DI HELRIC FREDOU

(Fonte: comedonchisciotte.net (http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News file=article sid=3812)) FATTI SCIOCCANTI SUL MISTERIOSO SUICIDIO DI HELRIC FREDOU: INTERVISTA CON LA SORELLA DI VANESSA BEELEYmedhajnews.com (http://www.medhajnews.com)I primi collegamenti intorno al suicidio di Helric Fredou sono...

CHARLIE HEBDO: TESTIMONIANZE DALL' EUROPA

on 22 Gennaio 2015
CHARLIE HEBDO: TESTIMONIANZE DALL' EUROPA

(Fonte: comedonchisciotte.net (http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News file=article sid=3821)) c="http://www.comedonchisciotte.org/images/paris-cops-execute.jpg" alt="paris-cops" />DI PAUL CRAIG ROBERTSprisonplanet.comL'enorme responsabilita' dei media occidentali nelle bugie, nelle morti e nella distruzione Nota: il secondo video nei link e' stato...

Assistenza a chi non ne ha bisogno, perché guardiamo al reddito e non al patrimonio

on 19 Gennaio 2015
Assistenza a chi non ne ha bisogno, perché guardiamo al reddito e non al patrimonio

 Paghiamo pensioni assistenziali anche a chi non ne ha bisogno, con una spesa di almeno un miliardo di euro all’anno. È l’allarme lanciato dalla Fondazione Emanuela Zancan (https://www.google.it/url?sa=t rct=j q=...

Attenzione alle prossime mosse delle banche centrali: i mercati sono drogati

on 19 Gennaio 2015
Attenzione alle prossime mosse delle banche centrali: i mercati sono drogati

Gentili lettori, non stupiamoci dell'avvio di questo 2015, sta solo realizzando le premesse. Nel breve incontro di Milano del 22/dic/2014 avevo sottolineato come il primo trimestre del 2015 sarebbe stato...

La strage di Parigi: l'opinione di Giulietta Chiesa

on 17 Gennaio 2015
La strage di Parigi: l'opinione di Giulietta Chiesa

(Fonte: www.ecplanet.com (http://www.ecplanet.com/node/4505)) Il massacro di Parigi e' la spallata finale che punta a trascinare l'Europa in guerra. Una trappola ben congegnata, quasi perfetta, come altre che sono scattate in passato. Il...

CON L’EURO ABBIAMO DOVUTO IMPOVERIRVI – Ora lo dice anche Draghi

on 17 Gennaio 2015
CON L’EURO ABBIAMO DOVUTO IMPOVERIRVI – Ora lo dice anche Draghi

I paesi che hanno perso la flessibilità del cambio con l’ingresso nell’Unione Monetaria devono per forza realizzare i necessari aggiustamenti attraverso la svalutazione interna. Così Draghi a Helsinki. Questo il...

Saranno anni difficili. Prepariamoci

on 17 Gennaio 2015
Saranno anni difficili. Prepariamoci

I fatti di Parigi segnano un clima di anteguerra. Il nostro dovere è quello di far dialogare, prima che sia troppo tardi, il vero Islam con l'Europa profonda, rifiutando le...

L'ultima pallottola della Bce

on 17 Gennaio 2015
L'ultima pallottola della Bce

(Fonte: altrenotizie.org (http://www.altrenotizie.org/economia/6334-lultima-pallottola-della-bce.html)) di Carlo Musilli Sul calendario dei mercati, la casella del 22 gennaio e' cerchiata in rosso. In quella data si riunira' il Consiglio direttivo della Bce e tutti si...

L'ATTENTATO CONTRO CHARLIE HEBDO

on 17 Gennaio 2015
L'ATTENTATO CONTRO CHARLIE HEBDO

(Fonte: comedonchisciotte.net (http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News file=article sid=3802)) L'OCCULTAMENTO POLITICO E MEDIATICO DELLA CAUSE, DELLE CONSEGUENZE E DELLA POSTA IN GIOCO SAID BOUAMAMAbouamamas.wordpress.com laquo;E' ancora fecondo il ventre dal quale e' uscita la...

Ttip, valanga di proteste su meccanismo risoluzione controversie minaccia accordo

on 15 Gennaio 2015
Ttip, valanga di proteste su meccanismo risoluzione controversie minaccia accordo

 A sollevare la contrarietà contro il meccanismo internazionale di risoluzione delle controversie è il fatto che, se questo fosse attuato, una multinazionale o una qualsiasi società che investe in un...

L'Europa si è rinazionalizzata

on 15 Gennaio 2015
L'Europa si è rinazionalizzata

 È infatti venuto meno lo spirito comunitario ed ogni paese ora cerca di fregare l'altro | Matteo Renzi ha lasciato il testimone alla Lettonia con un discorso sul metodo pronunciato...

Il prodotto insulso della televisione

Print
La televisione, piu' di ogni altro media e' un potente narcotico dei popoli, strumento di asservimento e di controllo dei poteri forti: lo possiamo constatare nel nostro paese, dove un Presidente del Consiglio possiede e controlla buona parte degli organi d'informazione. Ma qui desidero parlare degli effetti altamente diseducativi che certa televisione - mi riferisco in particolar modo ai programmi trash e ai reality show - procurano sui giovani. Carlo Azeglio Ciampi aveva lanciato un pesante quanto opportuno monito qualche anno fa:"'Troppi irresponsabili guidano il mondo delle televisioni'non si puo' delegare agli altri la trasmissione di principi-guida validi per tutta l'esistenza. E' bene che lo ricordino i padri di famiglia".Ciampi ha delineato con lucida analisi una realta' preoccupante: la televisione e' in caduta libera, vive una pericolosa deriva in quanto ostaggio spesso di irresponsabili, registi, attori, conduttori, che pensano, producono e propongono al pubblico programmi insulsi, da encefalogramma piatto, nei quali i protagonisti, o meglio le comparse, accettano che i loro sentimenti (sempreche' ne abbiano) siano messi alla merce' del pubblico per uno scampolo di notorieta'. Essi non accettano forse di prostituire le proprie idee e la propria dignita' di uomini per quel successo? E' il successo delle formiche e dei lombrichi. I reality show, i programmi trash come 'Amici', sono il naturale prodotto del mondo dello spettacolo, cio' che esso poteva partorire e il messaggio di cui sono portatori e' inquietante nella sua squallida logica: vincano i piu' furbi, gli spregiudicati, quelli che giocano sporco, anche coi sentimenti. Questa e' la tv che ci sta conducendo verso un'involuzione valoriale, verso un'atrofia dei sentimenti e dell'intelligenza, verso territori, il cui confine tra la realta' e la simulazione diventa sempre piu' labile. Il fatto che in questi 'spettacoli' abbiano aderito personaggi, diciamo cosi, di spessore, come una Katia Ricciarelli, la dice lunga sul livello di prostituzione mediatica raggiunto. Ersilio Tonini uso' un'espressione particolarmente felice per definire questi programmi trash e le sue comparse,''trasmissioni demenziali, dove si scarnificano i litigi, le lotte dei gladiatori dei sentimenti''e recentemente il Papa ha usato parole di dura condanna di tali programmi, corruttori di giovani, espressione di modelli capovolti. E l'insulsa filosofia dei loro conduttori viene trasferita di sana pianta negli studi televisivi, la si respira nell'aria, la si legge sul volto dei partecipanti, degli adepti (tali sono): un potere mediatico enorme messo nelle mani di un 'irresponsabile' che ha evidentemente una visione malata e insana della vita e fa di tutto per estenderla agli altri. Una visione della vita, dicevamo, dove il rapportarsi agli altri significa necessariamente litigare, vomitarsi addosso fango e cattiverie, giocare sporco: perche' non esistono - non possono esistere, evidentemente - altri modi di pensare, altri modi di sentire le cose, di vivere sentimenti ed affetti, diciamo valori diversi. Nella categoria di programmi sopracitati e delle comparse si inserisce a pieno titolo Misteri. Ben vengano trasmissioni o libri che trattino con servizi documentati e di qualita' i tanti fenomeni misteriosi a cui la scienza non ha saputo dare ancora delle risposte, ma dare spazio a programmi come Mistero, dove la mistificazione e' assurta a verita' scientifica, significa dare voce all'inaccettabile. Il telespettatore si trova di fronte a storie come questa: una donna testimonia di essere stata rapita dagli alieni e di aver generato un feto abortito frutto dell'accoppiamento con degli extraterrestri. Qui invito il lettore a un atto di seria riflessione: dare voce a simili storie non significa tornare al medioevo dell'umana ignoranza, non significa forse mistificare la realta', dando credito a quelle che sono solo fandonie di imbonitori e di ciarlatani, complice il conduttore di turno che s'improvvisa tuttologo? E'intuibile dietro queste burle la studiata regia, l'intento di investirle di una parvenza di scientificita', di volerle conferire autorevolezza, e' intuibile ancora la volonta' di farne dei casi sensazionali, dove non mancano elementi morbosi, scegliendo e dosando ad arte tutti gli ingredienti piu' adatti: toni sensazionalistici, effetti speciali, musiche psichedeliche... Quando poi abbiamo un Tg (Studio Aperto) che si presta consapevolmente a tali operazioni mistificatorie, allora ci appare in tutta la sua gravita', la pericolosa deriva televisiva in atto. Deplorevole e' l'ignoranza, ancor di piu' la deficitaria volonta' di debellarla, peggio di tutto e' la consapevole, deliberata intenzione di mantenerla, fomentandola. (Tratto da: http://www.ariannaeditrice.it)