La prima strada solare del mondo sta producendo più energia del previsto

(tratto da http://www.greenreport.it)

La SolaRoad inaugurata nel novembre 2014 in Olanda, ha prodotto più di 3.000 chilowattora di energia, abbastanza per alimentare una singola famiglia per un anno. Sten de Wit, portavoce del progetto SolaRoad, ha detto in un’intervista rilasciata ad Al Jazeera America: « Se traduciamo questo in un rendimento annuo, ci aspettiamo più di 70kwh per metro quadro all’anno. Allo stadio di laboratorio, avevamo previsto questo come limite massimo. Quindi, possiamo concludere che il primo semestre dell’anno è stato un successo». De Wit ha aggiunto: «Non ci aspettavamo un rendimento così alto così in fretta». Il prototipo di strada solare, lungo 70 metri, è fatto di lastre di pavimentazione in calcestruzzo integrate con celle solari che sono protette da due strati di vetro di sicurezza, è stato costruito per il traffico di biciclette, un utilizzo riflette il messaggio ecologico della cultura ciclistica stradale dominante in Olanda. Ma la SolaRoad potrebbe sopportare anche il traffico pesante. La strada solare è frutto di una pertnership pubblico-privata tra la provincia olandese di Noord-Holland e le società di ingegneria TNO, Ooms Civiel e Imtech. Finora, da questo tratto di strada avveniristica sono passati 150.000 ciclisti e Arian de Bondt, direttore di Ooms Civiel, dice che «Gli sviluppatori stanno lavorando alla realizzazione di pannelli solari in grado di resistere a grandi autobus e veicoli». La SolaRoad, che collega Krommenie e Wormerveer, nella periferia di Amsterdam, è considerato un test: un tratto di pista ciclabile che, in caso di successo, potrebbe essere utilizzato come modello per altre strade e piste ciclabili. La spesa prevista per il progetto triennale è di 3,5 milioni di euro e nei prossini due anni e mezzo i ricercatori hanno in programma di condurre test sulla SolaRoad per determinare quanta energia produca e come reagiscono i ciclisti. Il prototipo è stato progettato per assicurare che la superficie sia altrettanto antisdrucciolevole come l’asfalto asfalto e che non causi fastidiosi riflessi e per testare le prestazioni dei materiali in condizioni reali. –

Leggi tutto su:

http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/la-prima-strada-solare-del-mondo-sta-producendo-piu-energia-del-previsto/#sthash.gRROqA8D.dpuf

La SolaRoad inaugurata nel novembre 2014 in Olanda, ha prodotto più di 3.000 chilowattora di energia, abbastanza per alimentare una singola famiglia per un anno. Sten de Wit, portavoce del progetto SolaRoad, ha detto in un’intervista rilasciata ad Al Jazeera America: « Se traduciamo questo in un rendimento annuo, ci aspettiamo più di 70kwh per metro quadro all’anno. Allo stadio di laboratorio, avevamo previsto questo come limite massimo. Quindi, possiamo concludere che il primo semestre dell’anno è stato un successo». De Wit ha aggiunto: «Non ci aspettavamo un rendimento così alto così in fretta». Il prototipo di strada solare, lungo 70 metri, è fatto di lastre di pavimentazione in calcestruzzo integrate con celle solari che sono protette da due strati di vetro di sicurezza, è stato costruito per il traffico di biciclette, un utilizzo riflette il messaggio ecologico della cultura ciclistica stradale dominante in Olanda. Ma la SolaRoad potrebbe sopportare anche il traffico pesante. La strada solare è frutto di una pertnership pubblico-privata tra la provincia olandese di Noord-Holland e le società di ingegneria TNO, Ooms Civiel e Imtech. Finora, da questo tratto di strada avveniristica sono passati 150.000 ciclisti e Arian de Bondt, direttore di Ooms Civiel, dice che «Gli sviluppatori stanno lavorando alla realizzazione di pannelli solari in grado di resistere a grandi autobus e veicoli». La SolaRoad, che collega Krommenie e Wormerveer, nella periferia di Amsterdam, è considerato un test: un tratto di pista ciclabile che, in caso di successo, potrebbe essere utilizzato come modello per altre strade e piste ciclabili. La spesa prevista per il progetto triennale è di 3,5 milioni di euro e nei prossini due anni e mezzo i ricercatori hanno in programma di condurre test sulla SolaRoad per determinare quanta energia produca e come reagiscono i ciclisti. Il prototipo è stato progettato per assicurare che la superficie sia altrettanto antisdrucciolevole come l’asfalto asfalto e che non causi fastidiosi riflessi e per testare le prestazioni dei materiali in condizioni reali. – See more at: http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/la-prima-strada-solare-del-mondo-sta-producendo-piu-energia-del-previsto/#sthash.gRROqA8D.dpuf
La SolaRoad inaugurata nel novembre 2014 in Olanda, ha prodotto più di 3.000 chilowattora di energia, abbastanza per alimentare una singola famiglia per un anno. Sten de Wit, portavoce del progetto SolaRoad, ha detto in un’intervista rilasciata ad Al Jazeera America: « Se traduciamo questo in un rendimento annuo, ci aspettiamo più di 70kwh per metro quadro all’anno. Allo stadio di laboratorio, avevamo previsto questo come limite massimo. Quindi, possiamo concludere che il primo semestre dell’anno è stato un successo». De Wit ha aggiunto: «Non ci aspettavamo un rendimento così alto così in fretta». Il prototipo di strada solare, lungo 70 metri, è fatto di lastre di pavimentazione in calcestruzzo integrate con celle solari che sono protette da due strati di vetro di sicurezza, è stato costruito per il traffico di biciclette, un utilizzo riflette il messaggio ecologico della cultura ciclistica stradale dominante in Olanda. Ma la SolaRoad potrebbe sopportare anche il traffico pesante. La strada solare è frutto di una pertnership pubblico-privata tra la provincia olandese di Noord-Holland e le società di ingegneria TNO, Ooms Civiel e Imtech. Finora, da questo tratto di strada avveniristica sono passati 150.000 ciclisti e Arian de Bondt, direttore di Ooms Civiel, dice che «Gli sviluppatori stanno lavorando alla realizzazione di pannelli solari in grado di resistere a grandi autobus e veicoli». La SolaRoad, che collega Krommenie e Wormerveer, nella periferia di Amsterdam, è considerato un test: un tratto di pista ciclabile che, in caso di successo, potrebbe essere utilizzato come modello per altre strade e piste ciclabili. La spesa prevista per il progetto triennale è di 3,5 milioni di euro e nei prossini due anni e mezzo i ricercatori hanno in programma di condurre test sulla SolaRoad per determinare quanta energia produca e come reagiscono i ciclisti. Il prototipo è stato progettato per assicurare che la superficie sia altrettanto antisdrucciolevole come l’asfalto asfalto e che non causi fastidiosi riflessi e per testare le prestazioni dei materiali in condizioni reali. – See more at: http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/la-prima-strada-solare-del-mondo-sta-producendo-piu-energia-del-previsto/#sthash.gRROqA8D.dpuf
La SolaRoad inaugurata nel novembre 2014 in Olanda, ha prodotto più di 3.000 chilowattora di energia, abbastanza per alimentare una singola famiglia per un anno. Sten de Wit, portavoce del progetto SolaRoad, ha detto in un’intervista rilasciata ad Al Jazeera America: « Se traduciamo questo in un rendimento annuo, ci aspettiamo più di 70kwh per metro quadro all’anno. Allo stadio di laboratorio, avevamo previsto questo come limite massimo. Quindi, possiamo concludere che il primo semestre dell’anno è stato un successo». De Wit ha aggiunto: «Non ci aspettavamo un rendimento così alto così in fretta». Il prototipo di strada solare, lungo 70 metri, è fatto di lastre di pavimentazione in calcestruzzo integrate con celle solari che sono protette da due strati di vetro di sicurezza, è stato costruito per il traffico di biciclette, un utilizzo riflette il messaggio ecologico della cultura ciclistica stradale dominante in Olanda. Ma la SolaRoad potrebbe sopportare anche il traffico pesante. La strada solare è frutto di una pertnership pubblico-privata tra la provincia olandese di Noord-Holland e le società di ingegneria TNO, Ooms Civiel e Imtech. Finora, da questo tratto di strada avveniristica sono passati 150.000 ciclisti e Arian de Bondt, direttore di Ooms Civiel, dice che «Gli sviluppatori stanno lavorando alla realizzazione di pannelli solari in grado di resistere a grandi autobus e veicoli». La SolaRoad, che collega Krommenie e Wormerveer, nella periferia di Amsterdam, è considerato un test: un tratto di pista ciclabile che, in caso di successo, potrebbe essere utilizzato come modello per altre strade e piste ciclabili. La spesa prevista per il progetto triennale è di 3,5 milioni di euro e nei prossini due anni e mezzo i ricercatori hanno in programma di condurre test sulla SolaRoad per determinare quanta energia produca e come reagiscono i ciclisti. Il prototipo è stato progettato per assicurare che la superficie sia altrettanto antisdrucciolevole come l’asfalto asfalto e che non causi fastidiosi riflessi e per testare le prestazioni dei materiali in condizioni reali. – See more at: http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/la-prima-strada-solare-del-mondo-sta-producendo-piu-energia-del-previsto/#sthash.gRROqA8D.dpuf

Be the first to comment on "La prima strada solare del mondo sta producendo più energia del previsto"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: