Charlie Hebdo: quelli che ‘ci vogliono gli Stati Uniti d’Europa per sconfiggere il terrorismo’

Come molti di voi (esclusi i complottisti), anch’io detesto cordialmente i complottisti. Sapete, quelli che si avventurano in complesse ricostruzioni dei moventi occulti di quanto vediamo accadere, all’insegna del “niente è come sembra”. Sarà anche così, ma vi assicuro che non c’è niente di più istruttivo di un quarto d’ora passato con un politico (di qualsiasi colore, purtroppo) per capire come quello del complotto, di una precisa e luciferina volontà indirizzata ad un ben identificato scopo malvagio, sarebbe in effetti lo scenario migliore! Le cose stanno molto peggio, in realtà: se stiamo come stiamo, è perché la maggior parte di quelli che ci hanno messo nelle attuali condizioni semplicemente non sapevano dove stavano andando, nonostante fossero stati avvertiti, e il bello è che ce lo dicono pure!  [Leggi tutto l’articolo tratto da: Alberto Bagnai Blog su Il fatto Quotidiano]

Be the first to comment on "Charlie Hebdo: quelli che ‘ci vogliono gli Stati Uniti d’Europa per sconfiggere il terrorismo’"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: