Beppe Grillo: Savonarola del terzo millennio


BEPPE GRILLO, Savonarola del Terzo MillennioSi spengono le luci, fra le tribune cala un silenzio irreale e sul maxischermo appaiono le immagini della “General Eletric”, una multinazionaleamericana che si presenta come una societa che lavora per migliorare lecondizioni di vita del genere umano. è un attimo, immediatamente doposcorrono altre immagini, persone morte di cancro per aver abitato nellevicinanze di questa multinazionale, che si scopre essere una leadershipdella produzione di armi nucleari. l’emozione comincia a salire, ma e ancoranulla in confronto a quello che deve arrivare. Un fragore di tuoni che fatremare persino la struttura, preannuncia una musica medievale che scuotetutti i presenti.

Un fascio di luce illumina il Savonarola del Terzo Millennio, Beppe Grillo, vestito con un lungo saio e un bastone fra le mani,che comincia a gridare:
“…Si! l’uovo del serpente si sta per schiudere, stiamo entrando nel TerzoMillennio e il serpente vuol venir fuori! Noi pensiamo di sapere, ma nonsappiamo niente! Morti siamo morti! Siamo come nel 1300, ecco perche mi sonovestito cosi, sono questo Savonarola, nel cinquecentenario della sua morteorribile. Il tempo, lo spazio, non ci appartiene piu niente! Non sappiamopiu dove ci troviamo. Ci siamo ancora in questo buio medioevo, siete glistessi, siamo gli stessi, siete vestiti diversamente, ma siamo sempre glistessi. “
Un brivido percorre il pubblico, che letteralmente rapito dal momentoascolta questo nuovo Savonarola scagliarsi contro tutti gli abusi di potere:da quello politico basato sulla corruzione e sugli accordi con lemultinazionali, fino ad arrivare agli scandali della Malasanita e allapersecuzione al prof. Di Bella da parte del Ministero della Sanita:”…il protocollo! Questi signori del Ministero vogliono il Protocollo! Mavi rendete conto! Sono 30 anni che Di Bella cura la gente e noi l’abbiamosaputo solo ora grazie a un pretore di Lecce, perche anche lui fa partedegli di questi tempi, quanti ne sono scomparsi di questi ereticisenza che noi sapessimo niente? Quanti? Quanti? Centinaia di persone cheavevano inventato cure che non costavano niente sono scomparsi! Il Dott. DiBonifacio aveva scoperto che un siero proveniente dalle capre poteva curareil cancro, scomparso! l’UK11 del Dott. Pantellini, scomparso! Il Dott.Pratolongo guari la moglie, malata terminale di cancro, con una mistura dilimonata e bicarbonato, scomparso! La storia e piena di questi esempi, lapiu grande scoperta di questo secolo l’hanno fatta 50,60 anni fa, non oggi!La Penicillina e l’ultima scoperta che hanno fatto, il resto sono retaggi,imbrogli!! Fleming invento la Penicillina nel 1925 e a noi arrivo 20 annidopo! Fu tenuta chiusa nel cassetto per 20 anni e fu tirata fuori perchec’era la guerra, se no morivamo ancora oggi. Fleming invento la Penicillinagrazie alla sua curiosita, cosa che non hanno piu gli scienziati di oggi chevanno avanti con i computer. E noi siamo qui con il protocollo, non sappiamopiu cosa fare, succubi degli che civogliono inculcare che la vita e una malattia che si trasmette per attosessuale. Siamo nelle mani di questi medici, ex-santoni, spacciatori dicontroindicazione dei vaccini e cioe che puo provocare la malattia stessaricette, pronti alle vaccinazioni di massa senza pensare alla gravissima, machi puo mettere in discussione un vaccino se non un eretico? Io sono andatoa vedermi sui diagrammi i risultati della scomparsa di alcune malattiegrazie ai vaccini e ho scoperto che quello che ci hanno sempre fatto vederee solo una parte dei diagrammi interi. Il vero risultato e che alcunemalattie come la difterite o la poliomelite stavano scomparendo per contoloro, anche nei posti dove non era stata effettuata alcuna vaccinazione equesto perche le grandi malattie sono cicliche e quando sono guaritescompaiono. l’Organizzazione Mondiale della Sanita dice che basterebbero 500farmaci per avere i rimedi a tutte le malattie e invece noi ne abbiamo32000!! Prendiamo farmaci su farmaci dei quali piu della metà ha l’effettoplacebo. Il farmacista e l’essere piu avido che io abbia mai incontrato,riesce a vendere qualsiasi cosa con la parola magica di . Hannoarrestato De Lorenzo perche pare si sia appropriato di 32 miliardi, le casefarmaceutiche si sono appropriate di 17500 miliardi!! Finche in Italia nonchiuderanno la metà delle case farmaceutiche non potremo avere una sanitanormale. La piu grande casa farmaceutica del mondo la si eunita con la piu grande azienda del mondo produttrice di pesticidi, la, dando vita a un leviatano da 100.000 miliardi di fatturato che sichiama , il suo slogan e , siamo con teper la vita, o meglio <..non ti molliamo piu>, ci fanno di tutto, agribusiness e cioe le manipolazioni genetiche sugli alimenti, cosi prima ciinoculano il veleno e poi ci vendono l’antidoto. La salute e informazione,se hai l’informazione corretta vivi, se ce l’hai sbagliata muori.”
La forza e l’impeto delle parole di Beppe Grillo fanno perdere la cognizionedel tempo, passano due ore senza neanche accorgersene, i bersagli sonoreali, le prove della loro colpevolezza tangibili, basta solo aprire gliocchi e riprendersi di diritto il titolo di “persone” smettendola di faregli spettatori passivi.Grillo si muove nella platea completamente a suo agio, passando da un latoall’altro delle poltrone numerate, ironizzando ferocemente anche sullostesso pubblico che risponde con applausi scroscianti.Nel mirino finisce anche il presidente Clinton e tutta la farsa creataattorno ai suoi presunti scandali sessuali, mentre il mondo precipita neiproblemi piu gravi. Poi e la volta della Carra e delle spese esageratesostenute dai contribuenti per i suoi programmi, fino ad arrivare ai realipericoli di Internet. I paragoni con il Medioevo si susseguono senza sosta,sottolineando il fatto che non siamo cambiati, anzi siamo peggiorati;vengono citati gli esempi dei genocidi in Algeria, le complicita degliarmatori, dei politici, e delle religioni.In ultimo, fa un riferimento all’Apocalisse biblica e al numero diabolicodel 666 e al suo contrario, il numero 3, simbolo della Trinita (da notareche la moltiplicazione dei numeri sopracitati porta al risultato 1998N.d.R.) e conclude dicendo che ci siamo gia nell’Apocalisse, ma che se lovogliamo, la possiamo superare.Un lunghissimo applauso accompagna Beppe Grillo, che molto affettuosamentesaluta i presenti e si avvia verso il suo camerino.

Le luci si riaccendono e le persone si preparano a tornare a casa, ledomande che ci vengono spontanee sono: quanti proseguiranno la battaglia diBeppe Grillo per dire basta alle ingiustizie? Quanti si faranno portavocedel suo grido, al lavoro, con gli amici ecc.? Dopo circa 10 minuti di attesaci accoglie come degli amici, parlandoci con molta franchezza edisponibilita, ma soprattutto trasmettendoci la sua carica vitale controogni potere, insieme alla sua speranza per il futuro.

D – Attraverso la satira sei riuscito a denunciare gravi fatti, a voltedimenticati, o peggio occultati dai mezzi di comunicazione. Cos’e che tispinge a farlo e cosa ti sta piu a cuore?
R – Non sopporto le cose ingiuste, io penso che ognuno debba farsi carico diquesta pena che e l’ingiustizia. Non ci puo essere una vita normale se eingiusta. Tutto cio che io reputo ingiusto, cerco di renderlo fluibile,renderlo comico con delle battute, ma nello stesso tempo cerco di cambiarlofacendo qualcosa. Se guardo indietro al mio passato, qualcosa sono riuscitoa cambiare, per esempio un numero di telefono equivoco, che l’hanno solotrasformato da 144 a 166. l’azienda e rimasta piu o meno la stessa,un’associazione quasi a delinquere, quindi reputo che ci siano delle coseche uno nelle mie condizioni debba fare, i miei colleghi dovrebbero ognitanto prendere una posizione su qualcosa.
D – Nel tuo spettacolo hai parlato molto del Terzo Millennio, come lo vedi?
R – Il Terzo Millennio e il Trecento, non e il duemila, siamo entrati neltrecento, l’Europa e nel duecento. Magari fossimo nel Medioevo! Nel Medioevoc’era una distribuzione del reddito e della ricchezza molto piu democraticadi adesso. Non e possibile che il 20% dell’umanita detenga quello che non hal’80%. Nel Medioevo c’era il vassallo, il valvassore, il papa, il principe,le corporazioni dei lavoratori, degli artigiani e c’era un modo di intendereil lavoro che poi e cambiato quando si e introdotto in quel circuito il”mercante”, quello che c’e oggi. Una volta uno era padrone, l’artigianofaceva scarpe, era padrone dei suoi attrezzi, del magazzino, i clienti eranoi suoi amici o i vicini di casa e a suo figlio insegnava l’arte di fare lescarpe. Poi e arrivato il mercante che gli ha detto: “…invece di farne 10fanne 100, sono io il tuo cliente, sono io il tuo padrone, gli attrezzi teli do io, non fare solo scarpe, fai solo stringhe, non scarpe, cosi nefacciamo 100 subito, invece che 10 e l’artigiano e diventato dipendente dalsuo cliente, dal mercante e a suo figlio a cominciato a insegnare non piu afare scarpe ma stringhe, e oggi c’e una specializzazione in stringhe enessuno sa piu cos’e una scarpa. Questa e un po’ l’evoluzione di quello cheporto io sul palcoscenico, dicendo che non e cambiato niente, ci sono glieretici come c’erano prima, e solo questione di usi e di costumi, ma siamosempre gli stessi. Questa Europa ci viene imposta con una spaventosadisinformazione in malafede, io credo che bisogna che le voci si levino ainformare la gente su che cos’e il parametro, cosa si nasconde sotto leparole “adeguamenti strutturali”, “banche mondiali, “fondi monetari”. Lagente non sa che, ad esempio, il tuo acquedotto domani, l’acqua che bevi,puo essere comprata da una societa con sede alle Antille Olandesi che te lapuo mettere il doppio. La gente non sa che c’e gia un accordo che si chiama”accordo multilaterale sugli investimenti” che se tu protesti per l’acquache e piena di veleni, di atrazina, o costa il doppio e fai scendere levendite a quell’azienda, lo Stato e obbligato a rifondere i danniall’azienda per mancata erogazione, per mancati profitti, praticamente tunon puoi neanche protestare, perche la tua protesta costa e viene risarcitaa queste grandi multinazionali. Tutto questo, sembra, che non arrivi allagente, non si rende conto che stanno scomparendo come persone, sempre dipiu. Questo mi provoca un incazzamento che mi permette di andare su un palcoe gridare due ore contro tutti, pero nello stesso tempo mi da un senso diamarezza, ma io vado avanti ugualmente, cerco di avere informazioni e didarle alla gente.
D – Cosa ne pensi del potere della chiesa e delle grandi religioni, chehanno strumentalizzato il vero Messaggio Divino.
R – La chiesa ormai agisce come la Ford, come la General motors, eorganizzata cosi. La chiesa ha perso questo contatto evangelico con lagente, mantenendolo solamente attraverso gli “eretici” della chiesa che sonoi frati comboniani, Alex Zanotelli, i Beati i costruttori di Pace, quellidel Commercio Equo Solidale e altre singole figure. Ormai ci sono gruppibasi, sparsi, che fanno quello che dovrebbe fare la chiesa. E la chiesa sista muovendo in tutte le direzioni, dall’informatica alla televisione, allaradio, cercando di consacrare il potere attraverso i Media, perche l’unicaforma di consacrazione del potere e attraverso un Media, se non ce l’hai nonhai nessun potere.
D – Cos’e per te la censura?
R – Per me si dovrebbe ripristinare, perche abbiamo perso il senso di checosa sia la liberta di informazione. Liberta di informazione non e direquello che ognuno vuole dire, o qualsiasi cosa bisogna dire, assolutamentenon e cosi. c’e una pubblicita attualmente, mi sembra del Messaggero, cheinterrompe almeno 70 volte un film, circa ogni minuto partono 5 secondi dipubblicita del Messaggero, che dice:. La liberta diinformare e la sua! Ma non e la mia! La liberta di ricevere questeinformazioni io non ce l’ho. Mi costringi a vederla, io ho l’obbligo disentire la tua liberta e non e liberta, quando e cosi preferisco la censura!Quando c’e la censura vuol dire che c’e un potere identificabile, allora c’echi cerca altri modi per ovviare, e stimolante all’intelligenza, allacreativita, perche aggiri l’ostacolo con la satira, ma quando il nemico none identificabile, quando c’e la censura che non si chiama censura, siverifica quello che succede oggi. Oggi i nemici non sono Orwelliani conl’occhio che ti guardano, oggi il potere ti guarda con il sorriso, ti parladi ecologia, di ambiente, ti parla di buone cose, di “mulini bianchi”, diparla di cieli puri, sei annientato dalle cose che ti piacciono. Non servebruciare i libri per non far leggere alla gente, basta fargli passar lavoglia di leggere. Io ho una censura che e preventivata nel mio lavoro, soche ho dei nemici e mi aspetto certi loro attacchi, ma finche ho il modo divenire qui e parlare alla gente, vado avanti, poi la televisione verra.l’importante e che venga una televisione su 730, che non venda niente allagente, che abbia informazione, divertimento e niente vendita, in Inghilterraci sono due televisioni che non vendono, tre in Francia, due in Giappone,sette in Germania, solo in Italia non c’e una televisione che non vende.
D – Qual e la storia del filmato che apre il tuo spettacolo?
R – Questo filmato e stato trasmesso da trenta televisioni in tutto ilmondo, ha vinto l’Oscar del documentario mondiale, ne hanno parlato premiNobel e in Italia non si e riusciti a trasmetterlo in nessuna televisione,dura 28 minuti, ed e veramente sconvolgente, io l’ho ridotto a 4 minuti.Il documentario parla della General Eletric, su come sono oggi realmente legrandi multinazionali che dietro l’anima buona sbandierata nella pubblicita,nascondono un meccanismo da serial killer. Tutto questo avviene ovunque,soprattutto in Italia, forse perche abbiamo un grado di sopportazionemaggiore di altre nazioni. Una cosa del genere non potrebbe succedere inFrancia o in Inghilterra e invece noi “sopportiamo”.
D – Quanto e importante la presa di coscienza delle persone per porrerimedio ai tanti problemi che affliggono il nostro pianeta?
R – La presa di coscienza la fai attraverso le tue esperienze, l’importanteper me e che la gente ogni tanto faccia delle riflessioni su come vive, suquello che compra, sull’energia, sui soldi ecc., insomma che metta indiscussione ogni cosa, spero che si realizzi questo.
D – Credi che il recente terremoto sia una risposta del pianetaall’inquinamento, alla contaminazione nucleare che l’uomo attua senzascrupoli?
R – Si, puo darsi che sia una risposta, io credo che la natura agisca come ipop-corn. Tu metti un seme di mais in una pentola con dell’olio bollente,per 5 minuti non succede niente, d’improvviso paff! diventa un pop-cornbianco, c’e una trasformazione. La natura agisce cosi, ha un grado disopportazione straordinario e poi si trasforma e cosi e per la gente, chedopo aver sopportato tanto va in ebollizione e c’e chi si butta da un ponte,chi chiude l’attivita, chi scappa, chi prende decisioni e cambia vita, chifallisce, ci sono tanti “pop-corn” che stanno esplodendo. Questa e unareazione a una completa abulia mentale, data da un intossicazione diInformazione.
D – Che fine ha fatto l’auto a motore a idrogeno? Perche non se ne parlapiu?
R – La tecnologia a idrogeno c’e da 100 anni, non la tirano fuori perche annullerebbe dei fatturati di miliardi di dollari. Finche la politica non siimpadronira dell’economia e non viceversa, non potremo mai piu fare niente.Il nostro partito dei Verdi chiede l’eliminazione delle auto blu, i Verditedeschi vogliono portare a 5000 lire al litro la benzina, sono due “mondi”diversi nello stesso partito. I tedeschi vogliono ridurre il costo dellabenzina per far tirare fuori dai magazzini le auto che con un litro fanno100 Km e che ci sono da 20 anni, i nostri vogliono che si tolga qualche auto blu, in modo che si inquini di meno. è la percezione del mondo, noi cel’abbiamo meno, quasi per niente. Mio nonno lavorava per ricostruire la casadopo la guerra, pensava ai suoi figli, ai nipoti, noi pensando al futuro nonriusciamo a andare oltre la prossima settimana. Non si riesce a immaginareper chi si fa qualcosa, non c’e piu interesse, non c’e piu speranza e quandola gente perde la speranz che vuoi. Unacrisi dei valori, anche se poi i valori ci sono e li vedo nella gente cheincontro, nei ragazzi come voi, nella gente del commercio equo solidale,nelle migliaia di associazioni una diversa dall’altra ma con lo stessointento di cambiare le cose. La volonta c’e, manca la potenza di un Mediache li porti a scuotere il mondo. Oggi i Media ce li hanno in mano le grandiMultinazionali. In uno spettacolo che facevo, tenevo in mano due cavi cherappresentavano l’informazione e l’energia, chi possiede questi due cavi hale “briglie” dell’umanita, informazione ed energia! La General Eletric hatre canali televisivi, la Westinghouse ha gli altri tre, la nostra Enel staentrando nel mondo della telefonia, nel mondo dei computer, sta entrando nelmondo della comunicazione: energia e comunicazione.
D – Ci sono degli scienziati che affermano che, secondo dei calcoli in unprossimo futuro potrebbe passare un asteroide molto vicino alla Terra cheprovocherebbe profondi cambiamenti climatici e uno scombussolamentogenerale. Qual e il tuo punto di vista?
R – Ormai quasi tutti gli scienziati affermano che se andiamo avanti cosi esicuro che avremo gravi problemi. Gli effetti ottenuti sono stati unariduzione degli aumenti, e pazzesco! Il fine dovrebbe essere l’abolizione diuna sostanza tossica, l’abolizione di una sostanza cancerogena, non ladiminuzione della sua progressione. è come dire a una donna: sei un po’incinta… non vuol dire niente.
D – In questi anni stanno venendo alla luce sempre di piu prove etestimonianze della presenza extraterrestre sul nostro pianeta, anche se igoverni cercano di nasconderlo come vedi la questione?
R – Io mi stupirei se non ci fossero. Le probabilita indicano che ci devonoessere per forza, altri mondi e magari ci sara un altro Grillo che starafacendo un gran casino. Forse un giorno avremo un altro parametro didimensione spazio-tempo.
D – Come vedi, il governo dell’uomo, in alternativa all’attuale scenapolitica?
R – è il principio della politica che la fa il cittadino, la gente, iconsigli di quartiere in base al responso della gente. è la gente che deveportare avanti con piccole e grandi decisioni la realta del proprioquartiere, del proprio paese, della propria citta. Si deve partire dallafamiglia, dal condominio e via dicendo. La famiglia pero e in crisi, non sifanno piu figli, aumentano i singles, stiamo attraversando un periodo che vada un medioevo a un altro medioevo, io guardo quello che succede e cerco didire “…ehi! Sta succedendo questo! Attenzione!”, ma senza perdere lasperanza.
D – Grazie.
R – Grazie a voi.

per NONSIAMOSOLI: Lorenzo Baldo e Monica Centofantee-mail: [email protected]
BOXLa General Eletric e la compagnia piu potente degli Stati Uniti, staespandendo il suo controllo sui mercati di tutto il mondo. Si fa vanto diogni suo articolo che produce. Gli unici articoli che non vengono maimenzionati sono le armi nucleari, benche anche in questo settore la GeneralEletric sia Leader. Ad Helford oggi, la General Eletric costruiscecomponenti essenziali per sistemi di armi nucleari piu di chiunque altro nelmondo, la quantita di rifiuti tossici e radioattivi che produce neglistabilimenti e nelle unita di ricerca continua a crescere. La GeneralEletric ha emesso una circolare che impediva qualsiasi commento sullostabilimento di Knolls da parte dei suoi dipendenti: “…chi verra meno alledirettive andra incontro al licenziamento, ad una multa di 100.000$ e allacarcerazione.”
Chi volesse approfondire alcune tematiche trattate da Beppe Grillo puo farloattraverso il suo sito Web

http://www.mpnet.it/Beppe_Grillo

Be the first to comment on "Beppe Grillo: Savonarola del terzo millennio"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: